Bonus Pubblicità 2018: cos’è, come funziona e requisiti per ottenerlo

bonus pubblicità

Buone notizie per l’Advertising! In arrivo il Bonus Pubblicità per chi investe in sponsorizzazioni: 75% per tutti, 90% per le microimprese, startup e PMI innovative.

In questo articolo ti spieghiamo cos’è il Bonus, come funziona e quali sono i requisiti per ottenerlo.

Cos’è il Bonus Pubblicità

Il Bonus Pubblicità è la nuova agevolazione fiscale che prevede la possibilità per lavoratori autonomi, professionisti ed imprese di poter usufruire, a partire dal 2018, di un nuovo credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari. Il Bonus spetta a coloro che investiranno in annunci su TV, radio analogiche e online, giornali analogici e online.

Come funziona il Bonus Pubblicità

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto le detrazioni fiscali per chi investe in pubblicità in TV, radio (analogica o online) e giornali (analogici o online): 75% per tutti gli investimenti, 90% di detrazione se si tratta di microimprese, startup e PMI innovative.

Il Bonus Pubblicità comprende non solo gli investimenti che saranno effettuati nel 2018, ma anche quelli tra il 24 Giugno e il 31 Dicembre 2017. L’ammontare totale detraibile sarà di 20 milioni di euro.

A chi è destinato il Bonus Pubblicità? Ecco i requisiti

Chi sono i destinatari della detrazione fiscale?
– Lavoratori autonomi e titolari di partita IVA;
– professionisti iscritti o meno ad albi, ruoli o collegi;
– imprese di qualsiasi natura giuridica: ditte individuali, società, startup e PMI innovative.

Quali sono i requisiti?
requisiti per il bonus pubblicità non sono stati ancora ufficializzati, manca ancora il decreto definitivo.
Per il momento sappiamo che, per beneficiare del credito d’imposta, occorrerà che:
– nell’anno precedente alla domanda si siano effettuati investimenti pubblicitari;
– gli investimenti, nel 2018, dovranno essere maggiori rispetto al 2017, almeno dell’1% in più;
–  l’investimento in campagne pubblicitarie avvenga su: quotidiani o periodici (online o offline), TV, radio (online o offline).

Aggiornamento: Arriva il decreto per il bonus pubblicità, ecco come accedere al rimborso

Finalmente è stato pubblicato sul sito del “Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri” il modello da compilare per il bonus pubblicità, ovvero il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari. Nello specifico:

– Le comunicazioni dovranno essere presentate per via telematica nell’area del sito dell’Agenzia delle Entrate;
– Per gli investimenti pubblicitari del 2017 le comunicazioni devono essere presentate tra il 22 Settembre e il 22 Ottobre 2018;
– Per gli investimenti pubblicitari del 2018 la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti dovrà essere presentata dall’1 al 31 gennaio 2019.

Modalità di presentazione del modello per il bonus pubblicità

La comunicazione e la dichiarazione sostitutiva vanno presentate, esclusivamente in via telematica, nelle seguenti modalità:

direttamente, da parte dei soggetti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle entrate;
tramite società, se il richiedente fa parte di un gruppo societario, ai sensi dell’articolo 3, comma 2-bis, del D.P.R. n. 322 del 1998;
tramite gli intermediari indicati nell’articolo 3, comma 3, del D.P.R. n. 322 del 1998 (professionisti, associazioni di categoria, Caf, altri soggetti).

Qualora l’ammontare complessivo del credito d’imposta sia superiore a 150.000 €, il richiedente è tenuto a rilasciare una delle seguenti dichiarazioni:

iscrizione negli elenchi dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa (per le categorie di operatori economici previste nell’art.1, comma 52, Legge 190/2016);
– di aver indicato nel riquadro “Elenco dei soggetti sottoposti alla verifica antimafia” i codici fiscali di tutti i soggetti da sottoporre alla verifica antimafia (art. 85 D. Lgs 159/2011).

servizi contattaci

Lascia un Commento