Dopo il caso dei dati gonfiati sui video, Facebook offrirà metriche più trasparenti

Video su Facebook

Facebook sta puntando molto sui video, in particolare quelli in diretta, facilmente visibile nel proprio feed e in quelli degli amici.

Chi crea contenuti video e magari li carica su diverse piattaforme, ha senza dubbio notato come le visualizzazioni su Facebook siamo molto più numerose rispetto ad esempio a quanto avviene su YouTube. Questo significa che il social network di Zuckerberg ha effettivamente una marcia in più o ci sono altre chiavi di lettura?

In effetti le statistiche relative ai video non sarebbero molto precise, inoltre da più parti sono arrivate a Facebook accuse di scarsa trasparenza, visto che i numeri sembrano in alcuni casi gonfiati di proposito, per incentivare la pubblicazione di contenuti soprattutto sponsorizzati.

Facebook

Gran parte della confusione è nata, in particolare in un primo momento, a causa del sistema usato da Facebook per conteggiare le visualizzazioni dei video. Scorrendo i contenuti del social ci si imbatteva in molti video, che partivano in automatico e venivano quindi “visti” anche se per pochi secondi e senza audio. Considerare questa come una visualizzazione a tutti gli effetti equivale a scarsa trasparenza, o almeno molti la pensano così.

L’autoplay dei video è ora più controllabile, è possibile disattivarlo, opzione peraltro molto utile per tenere sotto controllo il consumo dei giga quando si naviga da mobile.

La questione è però più complessa. Facebook, messo alle strette, ha confessato di aver fornito agli inserzionisti pubblicitari dati gonfiati sul tempo medio di visualizzazione dei loro spot. Dal blog ufficiale del social network è arrivata una promessa di maggiore trasparenza sui dati forniti.

Per i clienti più importanti, come alcune grandi multinazionali nascerà poi, nel 2017, un “Measurement Council”, che metterà ordine su metriche e criteri di misurazione.

L’obiettivo è quello di arrivare, in un giorno non troppo lontano, a condividere con tutti gli advertiser, idee, aggiornamenti ed eventuali correzioni su tutto ciò che riguarda dati e statistiche.

servizi contattaci