Facebook lancia Workplace: social network per aziende

Workplace

Alcuni hanno scritto che con Workplace Facebook sfida apertamente LinkedIn, ma in realtà si tratta di sue social diversi, per target diversi.

Su LinkedIn sono presenti le aziende, ma soprattutto chi ci lavora o vorrebbe lavorare. Si tratta di un social professionale, perfetto per chi cerca un impiego o chi è autonomo per la ricerca di nuove collaborazioni.

LinkedIn serve a fare networking in ambito lavorativo. Workplace è invece un social network dedicato alle aziende che si propone come strumento per migliorare la produttività e le comunicazioni sul posto di lavoro.

In molte aziende i social network sono visti come una distrazione, in alcuni uffici l’accesso a Facebook e altri popolari social è addirittura impedito da appositi software. Se però non si passa il tempo a condividere foto di gattini o a guardare video divertenti, i social possono essere estremamente utili, anche sul luogo di lavoro.

Workplace vuole dimostrare proprio questo, con appositi strumenti che se verranno capiti ed usati dalle aziende permetteranno di migliorare molti dei loro processi interni, portando quindi ad una maggiore efficienza e produttività.

Non si tratta di un’alternativa a LinkedIn, quanto piuttosto di una soluzione mirata per le aziende che vogliono sperimentare alternative più dinamiche ed efficienti per gestire e condividere le informazioni al proprio interno. In questo senso si può quasi dire che il vero obiettivo di Facebook Workplace sia quello di rimpiazzare l’email, le conference call, la messaggistica aziendale, l’intranet e tutte le altre applicazioni disaggregate che già oggi vengono utilizzate dai professionisti di mezzo mondo.

Workplace non sarà però gratuito: le aziende che vorranno implementarlo al proprio interno dovranno pagare una tariffa mensile variabile in base al numero dei dipendenti: si va dai 3 dollari per al mese per utente per le società con organico sotto i 1.000 lavoratori al singolo dollaro per utente per le mega-imprese con oltre 10.000 lavoratori. Una cifra tutto sommato ragionevole, se si tiene conto del risparmio che un sistema snello ed efficiente può recare in dote, soprattutto nelle aziende più ingessate.

Facebook lancia Workplace

Conosciuto in precedenza come Facebook at Work, Workplace ha richiesto anni di sviluppo e un lungo beta testing, che l’ha preparato a sfidare realtà come Slack e Yammer, realtà non molto conosciute in Italia, ma da tempo apprezzate all’estero per la comunicazione interna alle aziende.

Facebook ha già reso noto che oltre 1000 organizzazioni, tra e quali non solo aziende, usano già Workplace. Numeri che potrebbero essere considerati di scarso rilievo se confrontati con quelli di Facebook, ma che fanno invece ben sperare, visto il target al quale ci si rivolge.

Con Workplace, Facebook punta a voler offrire alle aziende uno strumento di lavoro che possa favorire le loro attività senza incappare nelle distrazioni che potrebbero sopraggiungere utilizzando il social network, che pullula di gruppi e pagine che di professionale hanno ben poco.

Il nostro modo di comunicare è profondamente cambiato, è tempo di portare questo cambiamento anche sul luogo di lavoro facendo in modo che la tecnologia non diventi solo una divertente distrazione, ma uno strumento che fa risparmiare tempo e rende maggiormente produttivi.

servizi contattaci

1 Comments

  1. 29 agosto, 2017

    WhatsApp Business per aziende: in arrivo profili verificati per i contatti con i clienti Rispondi Upvote (0)

    […] Dopo Workplace, versione aziendale di Facebook, anche WhatsApp avrà la sua applicazione Business. Dopo varie anticipazioni, la nota app di messaggistica ha creato un prodotto dedicato alle piccole e medie imprese: WhatsApp Business. Negozi, brand e aziende potranno comunicare direttamente con i propri clienti e sfruttare una piattaforma da un miliardo di visitatori giornalieri. Nessun pericolo di truffe per gli utenti: i profili aziendali saranno accuratamente verificati e contrassegnati da una spunta bianca su sfondo verde, mentre in chat il nome del brand apparirà al posto del numero telefonico. […]

Lascia un Commento