Facebook punta su realtà virtuale e aumentata: in arrivo Spaces e Camera Effects

Mark Zuckerberg lancia Spaces e Camera Effects

Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, presenta Camera Effect Platform e Facebook Spaces all’F8 di San Jose: due strumenti per integrare la realtà aumentata a foto e ai video.

San Jose, California (USA) – L’F8 è un evento organizzato ogni anno da Facebook in cui vengono presentate le novità più interessanti dell’azienda di Menlo Park, davanti ad una platea di sviluppatori e addetti ai lavori.
In questa occasione Mark Zuckerberg ha annunciato il lancio di Camera Effects e Facebook Spaces, due nuovi strumenti che permetteranno di utilizzare la realtà virtuale e la realtà aumentata per rendere uniche le proprie immagini e i propri video.

L’idea alla base di Camera Effect Platform è molto semplice: tutti abbiamo una fotocamera nel nostro smartphone, basta solamente aggiungere nuove funzioni. In fondo molte delle nostre abitudini quotidiane passano attraverso un’app: perchè creare oggetti (come i Google Glasses) quando basta integrare nuove applicazioni su ciò che già si possiede?

Zuckerberg sta continuando la propria guerra contro Snapchat: dopo avergli “rubato” le Storie per introdurle su Facebook, WhatsApp e Instagram vuole convincere i Millenials ad abbandonare l’app del fantasmino giallo per il social network blu. A Menlo Park hanno deciso di rivoluzionare il modo di comunicare: si stanno abbandonando i messaggi testuali a favore di quelli multimediali con foto e video. Come detto dallo stesso Mark Zuckerberg, la comunicazione umana diventerà sempre più visiva, l’idea è di anticipare il futuro con Camera Effect Platform e Facebook Spaces.

Mark Zuckerberg F8

Mark Zuckerberg durante la presentazione all’F8 di San Jose

“L’anno scorso abbiamo detto che il mondo andrà verso la condivisione online di qualsiasi momento”, ha dichiarato il fondatore di Facebook. “Indossando un semplice paio di occhiali, un domani, se si andrà a Roma, basterà guardare il Colosseo per avere informazione su quel monumento. Uniremo reale e digitale. E cominceremo a farlo attraverso la camera dello smartphone con la nuova piattaforma che apre oggi in beta”. Ecco quindi che con Camera Effects Platform si possono unire informazioni e oggetti digitali per aumentare la realtà degli ambienti che ci circondano. Tutto questo sarà possibile farlo dentro Facebook, senza dover mai abbandonare l’app.

Ma quale è il vero obiettivo? Semplice, inglobare nel social network un altro business. Se davvero dovesse funzionare, sarebbe un duro colpo anche per colossi come Sony, Nintendo e Microsoft che vedrebbero diminuire il proprio target. Il motivo è preso detto: le applicazioni che hanno più successo in questo campo sono i videogame. Come ha dimostrato l’enorme popolarità di Pokémon Go, più la realtà virtuale è accessibile più è grande il successo. Facebook intende fare largo uso di intelligenza artificiale per riconoscere gli oggetti e unirli in maniera credibile con il virtuale.

Dopo questa analisi introduttiva, vediamo nel dettaglio le novità presentate da Facebook all’F8 2017 di San Jose.

Cos’è e come funziona Camera Effect Platform?

La fotocamera del proprio smartphone sarà sempre più al centro degli sviluppi tecnologici di Facebook. La prima novità è Camera Effect Platform. Si tratta di uno strumento molto simile a World Lenses, i filtri lanciati da Snapchat.
Saranno due le modalità a disposizione degli sviluppatori: Frames Studio, per disegnare cornici, e AR Studio, per inserirle insieme a maschere, effetti animati e altri elementi grafici che interagiscono al movimento dell’inquadratura come se fossero effettivamente presenti nell’ambiente che viene inquadrato.

Facebook ha poi annunciato di aver raggiunto accordi con due partner di fama mondiale: Giphy e il Manchester United. Il primo è il popolare portale delle GIF e permetterà di aggiungere immagini animate sulle dirette di Facebook Live, mentre la celebre squadra di calcio inglese introdurrà il risultato della partita in tempo reale, con effetti grafici e sonori. All’interno della piattaforma si potranno poi trovare altri filtri offerti da Mass Effect e Nike.

Facebook camera effects

Camera Effects, eccome come sarà…

Cos’è e come funziona Facebook Spaces?

Non solo realtà aumentata ma anche realtà virtuale. Facebook ha presentato a tal proposito Facebook Spaces, disponibile fin da subito in versione beta sull’Oculus Rift, il visore VR di Facebook.
L’applicazione è pensata per chi vive a distanza: ci si potrà incontrare nella realtà virtuale creando un avatar personale da utilizzare durante le videochiamate. Ci si metterà in contatto tramite Facebook Messenger e poi ci si sposterà su Facebook Spaces. Niente male, eh!

Inoltre, tutti i media contenuti nel social network saranno presenti nell’applicazione: foto statiche, foto panoramiche, video a 360° e nuovi contenuti offerti da Facebook Spaces.

Facebook Spaces

Facebook Spaces: incontrarsi nella realtà virtuale

Altre novità presentate all’F8 2017

Non solo Spaces e Camera Effects, Facebook ha presentato altre novità molto interessanti che riguardano il social network e il business. Le descriviamo in breve.

Developer Circles
Un programma dedicato agli sviluppatori che permetterà di comunicare tra di loro per scambiarsi idee e consigli.

Places Graph
140 milioni di informazioni su ristoranti, parchi, bar, negozi… Gli utenti potranno ottenere informazioni come indirizzo, telefono e recensioni delle attività commerciali. Un comodo servizio per decidere dove andare e cosa fare.

Instagram funzionerà anche offline
Instagram, il social dedicato agli amanti della fotografia funzionerà anche offline: gli utenti potranno creare il proprio post e pubblicarlo in un secondo momento, quando ci sarà la disponibilità di una connessione ad Internet. La nuova funzionalità sarà disponibile inizialmente solo per gli utenti Android…

servizi contattaci