Google lancia Interland, un gioco per imparare a usare internet

Interland di Google

Interland è un gioco per i più piccoli per imparare ad usare Internet. L’iniziativa “Be Internet Awesome” di Google aiuterà a mettersi in guardia contro troll, malintenzionati, fake news e sicurezza online.

La cittadinanza digitale e la sicurezza online sono al centro delle preoccupazioni di Google, soprattutto nei confronti dei più giovani. Nasce proprio per questo motivo “Be Internet Awesome”, un programma studiato per aiutare genitori e figli a prendere consapevolezza di Internet, sensibilizzando contro il bullismo, mettendo l’accento sull’importanza di proteggere i propri dati personali e verificando le fonti delle notizie contro le bufale.

“Be Internet Awesome” di Google è stato sviluppato da aziende specializzate in sicurezza informatica, insegnanti, videomaker e programmatori molto esperti. A disposizione dei più piccoli ci sono video, lezioni, esercizi, giochi di ruolo e test. Si va dalla creazione di un profilo social all’analisi di notizie vere o false, alla simulazione di un attacco da parte di un cyberbullo.

Il core del progetto di Google è Interland, un gioco per ogni piattaforma: desktop, smartphone e tablet. Un videogioco colorato, astratto, divertente suddiviso in 4 aree tematiche relative a potenziali situazioni pericolose che possono capitare nel web. Veicola informazioni utili anche agli adulti, e si basa sul genere edutainment.

Come funziona Interland?

Primo Mondo. La prima sfida da affrontare sono i cyber bulli che si divertono a prendere in giro gli internauti. L’obiettivo non è solo imparare la buona educazione, ma anche conoscere degli strumenti utili per evitare di entrare in contatto con le persone sbagliate. Per combattere i bulli bisogna condividere dei cuori con le vittime, per ridare loro fiducia ed isolare i malfattori tramite un megafono.

Secondo Mondo. Obiettivo del secondo livello è costruire un ponte per superare un fiumiciattolo. Per costruirlo basterà rispondere correttamente ad alcune domande che riguardano le fake news, la verifica delle fonti e tutti gli stratagemmi usati per rubare le informazioni sensibili.

Interland

Terzo Mondo. In questo capitolo si parla della condivisione consapevole e dell’impossibilità di fermare un’informazione in rete molto condivisa. In questo livello un laser colpirà degli specchi, e l’informazione arriverà solo alle persone che desideriamo.

Quarto Mondo. Nell’ultimo livello si imparerà l’importanza di una password a prova di furto. Raccogliendo parole maiuscole, minuscole e caratteri speciali si creerà una parola complessa per proteggere i propri account.

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità affermava Spiderman. Pare che Google e gli altri colossi, Facebook e Twitter in testa, inizino a capire di avere una grande responsabilità riguardo l’educazione digitale.

servizi contattaci