Google prevede la tua morte grazie all’Intelligenza Artificiale

Intelligenza Artificiale: Google prevede la tua morte

L’Intelligenza Artificiale di Google, già in fase di sperimentazione, riuscirà a prevedere il decorso clinico dei pazienti, decesso incluso. L’impiego dell’AI nel settore medico suscita, però, forti dubbi etici e di privacy…

Google riuscirà a prevedere la nostra morte attraverso l’Intelligenza Artificiale; è questa la rivoluzionaria conclusione di uno studio pubblicato su Nature, secondo il quale Google potrà calcolare in anticipo la data del nostro ultimo respiro. Il sistema di AI è stato sperimentato in due ospedali statunitensi per prevedere il decorso clinico e la durata della degenza dei pazienti.

La rete neurale messa a punto dal colosso del web per eccellenza muove le basi da un’immensa mole di dati come le informazioni cliniche, gli esami, le TAC, le note scritte a mano e i precedenti dei casi similari: dopo averli disposti su una linea temporale, li incrocia e li utilizza per realizzare un’ipotesi statistica sulla data di degenza o di morte del paziente.
A primo acchito il sistema sembra inquietante; tuttavia, permetterà di salvare vite umane e potrà aiutare i medici a stabilire le priorità per ogni paziente, con un notevole risparmio di tempo.
Google non è il primo a sperimentare l’intelligenza artificiale nel settore medico: esistono software che utilizzano già le reti neurali per diagnosticare tumori e disfunzioni cardiache con maggiore precisioni rispetto ai medici umani.

Intelligenza Artificiale Google (AI)

L’Intelligenza Artificiale di Google e la Privacy

Primo operatore nel mercato dell’advertising online, Google è una delle più grandi aziende a livello mondiale; l’accesso ai dati clinici del paziente potrebbe renderlo monopolista nel mercato della salute. Deep Mind Health, una società satellite di Big G che si occupa di intelligenza artificiale applicata alla salute, è finita di recente sotto inchiesta nel Regno Unito per aver raccolto dati sanitari senza consenso dal 2017.

Il problema di fondo è legato alla privacy: il sistema di intelligenza artificiale di Google potrebbe salvare vite umane, ma è necessario che i governi stringano un accordo sull’utilizzo delle informazioni raccolte.

Approfondimento: “Google: 10 progetti sorprendenti che forse non conosci…”

servizi contattaci

Lascia un Commento