Il 2017 è l’anno delle fake news: ecco le più diffuse in Italia e nel Mondo

Boschi e Boldrini ai funerali di Totò Riina

Il 2017 è stato l’anno delle fake news: dalla musulmana indifferente per le vittime del terrorismo alla Boschi e Boldrini ai funerali di Riina.

Ecco le fake news più famose del 2017

Nel 2016 abbiamo assistito alla scandalo delle fake news da parte del governo russo per l’elezione del presidente americano Donald Trump. Il 2017 è stato, purtroppo, l’anno della consacrazione delle bufale, e non solo negli Stati Uniti come si può pensare, ma anche in Italia.
Le statistiche parlano chiaro: c’è bisogno di un’educazione digitale per “insegnare” alle persone a riconoscere le fonti e a sviluppare un senso critico. Quello delle notizie false è un problema che nessuno può ignorare, come dimostra la diffusione delle bufale che più hanno avuto seguito nel 2017.

La donna musulmana indifferente a Westminster

Lo scorso 22 Marzo, in seguito all’attentato terroristico di Londra, è circolata sui social la foto di una donna musulmana che guarda lo smartphone incurante delle vittime accanto a lei dopo dell’attentato davanti al Parlamento di Westminster. Una foto condivisa per gettare benzina sul fuoco in un momento molto delicato. Si è scoperto che questa ricostruzione, ovviamente falsa, è stata diffusa dagli account vicini al Cremlino creati per interferire con la politica americana e britannica.

donna musulmana "indifferente" a Westminste

Trump e i video contro l’Islam

Donald Trump, dopo essersi attribuito la paternità del termine “fake news”, l’ha utilizzato contro la stampa ritenuta ostile nei suoi confronti. Lo stesso Trump, purtroppo, si è trovato coinvolto nella diffusione di notizie false. Il presidente più discusso della storia americana ha ritwittato dei video anti islamici proveniente da un’attivista dell’estrema destra britannica. I video sono stati etichettati come come falsi dalle autorità olandesi.

Trump e l’attentato in Svezia

Fake news o gaffe? Durante un comizio sulla sicurezza nazionale in Florida, Trump ha fatto riferimento ad un attentato, mai accaduto, qualche giorno prima in Svezia. Alcuni hanno pensato che il presidente americano si fosse confuso con l’attacco suicida in Pakistan, avvenuto effettivamente il venerdì precedente. L’imbarazzo della Svezia è stato grande e il governo ha dovuto smentire tempestivamente Trump. Ovviamente i social si sono scatenati con l’ironia.

Trump e la privacy online

La strage di Las Vegas

Nei mesi in cui i colossi del web erano sotto attacco per il ruolo avuto nella diffusione delle fake news, su Facebook e su Google News sono circolate notizie palesemente false sulla strage di Las Vegas ad inizi Ottobre.
Le prime bufale riguardavano l’identificazione dell’autore della strage, poi la vicinanza a gruppi anti Trump di Stephen Paddock, infine si ricostruivano i legami, mai confermati, con l’Isis. Due fonti autorevoli, il New York Times e il Washington Post, hanno realizzato lunghissimi articoli per smontare le bufale.

la strage di Las Vegas - fake news

L’attentato di Barcellona e gli ambulanti

Dopo l’attacco terroristico avvenuto sulla Rambla di Barcellona, una pagina spagnola su Facebook ha diffuso la notizia falsa sull’assenza dei venditori ambulanti, accusati di sapere dell’attacco. Ovviamente anche questa è una bufala, la loro assenza era dovuta a una politica restrittiva della Generalitat.

Gli ambulanti durante l'attentato sulla Rambla a Barcellona

Boschi e Boldrini ai funerali di Totò Riina

Notizia delle ultime settimane vede la presenza dalla sottosegretaria Maria Elena Boschi e della presidente della Camera Laura Boldrini ai funerali del boss di Cosa Nostra Totò Riina. Fake news diffusa su Facebook da Mario de Luise, un’attivista del M5S. Il Movimento 5 Stelle si è subito dissociato…

Boschi e Boldrini ai funerali di Totò Riina

La sorella della Boldrini aiuta i migranti

La Boldrini è una delle vittime italiane più colpita dalle fake news. Qualche mese fa girava online la notizia che la sorella della Presidente della Camera aiutasse i migranti tramite la gestione di innumerevoli cooperative. La notizia è state smentita dalla stessa Boldrini, che ha ricordato come la sorella, morta anni fa, non si fosse mai occupata di migranti. Pessimo gusto!

Luciana Boldrini e l'aiuto ai migranti: bufala

La bambina sposa a Padova

In provincia di Padova, a metà Novembre, si era diffusa la notizia di una bambina musulmana di 9 anni data in sposa ad un 35enne che aveva abusato di lei. Notizia ovviamente falsa, smentita dai Carabinieri di Padova che hanno affermato di non essersi mai occupati di un caso simile.

La sposa bambina di Padova: notizia falsa

Il Prosecco danneggia i denti

Non solo utenti malevoli, ma anche fonti più che autorevoli: è successo al Guardian, giornale del Regno Unito, che ha attaccato il Prosecco sostenendo che rovinasse i denti, senza dare spiegazioni specifiche e scientifiche. L’attacco all’eccellenza italiana è avvenuto in seguito alla Brexit, per diminuire l’import dall’estero e per sostenere il made in UK.

il Prosecco danneggia i denti: fake news del Guardian

servizi contattaci

Leave a Reply