Internet & Digital 2017 in Europa: l’Italia non ingrana

Digital Economy

L’Italia resta ai box e continua la marcia a rilento verso la digitalizzazione, secondo quanto riportato dal Digital Economy and Society Index 2017. D’altronde non è una novità: da sempre il nostro Paese rimane restio ai cambiamenti. Quello verso la digitalizzazione, però, continua ad essere un sentiero impervio e difficile da percorrere. L’Italia naviga nei bassifondi europei, in compagnia della Grecia e di altri Paesi dell’est come Slovacchia, Ungheria, Cipro, Croazia, Bulgaria e Romania.

Ma come funziona il Digital Economy and Society Index 2017?

Aggiornato a Bruxelles, nella prima settimana di Marzo, l’indice 2017 mira a valutare quanto l’economia digitale aiuti gli Stati Europei nella propria crescita, calcolandone la connettività (cioè velocità della rete e costi), la diffusione delle competenze digitali a livello umano ed anche la quantità di acquisti online. Per quanto riguarda il settore commerciale, invece, il parametro valutato è stato il livello di digitalizzazione delle imprese e le politiche del governo volte ad incentivare l’utilizzo della rete.

L’obiettivo dell’Unione Europea è quello di coprire con la rete Internet a 100Mbps, entro il 2025, tutto il Continente. Si tratta di un’idea ambiziosa, ma non utopistica. Attualmente infatti, il 74% del territorio ha una linea fissa, ma solo una bassa percentuale è raggiunta dalla fibra. I lavori dovrebbero percorrere due direzioni: da un lato la copertura di quei territori non ancora digitalizzati e dall’altro l’incremento delle prestazioni della rete laddove questa non raggiunga ancora i 100Mbps.

Digital Europe

Migliore è la situazione per quanto riguarda il mobile. Attualmente l’Europa è coperta all’84% dalla rete 4G. Si tratta di un buon risultato, soprattutto alla luce dei progressi degli ultimi anni, tuttavia il progetto è più ambizioso. Sempre entro il 2025 si cercherà di raggiungere la totalità del territorio, migliorando ancora di più le prestazioni nelle aree urbane, dove dovrà arrivare il 5G.

E l’Italia?

Per quanto riguarda l’Italia, invece, la situazione continua ad essere difficile. Nella classifica stilata per il Digital Economy and Society Index 2017 il nostro Paese rimane fuori dalla top20 in tutte le categorie prese in considerazione. Ci collochiamo 24esimi per quelle che sono le competenze digitali, mentre va addirittura peggio per quanto riguarda l’utilizzo di Internet: una percentuale ancora troppo bassa di popolazione utilizza la rete e questo ci colloca al 27esimo posto su 28 Paesi presi in considerazione.

L’unico dato in controtendenza, se così lo vogliamo chiamare, riguarda l’adozione delle tecnologie digitali nelle aziende italiane. Seppur ancora indietro rispetto a molti Paesi dell’eurozona, la nostra penisola si colloca al 19esimo posto e sta progredendo molto rapidamente in questa transizione.

Internet in Italia