Netflix vola in borsa e vale 140 miliardi: 125 milioni di abbonati e +40% di ricavi

Netflix vola in borsa e fa il record

Netflix vola in borsa, supera le attese degli analisti e raggiunge il valore di 140 miliardi di dollari. Nel primo trimestre i ricavi sono stati di 3,7 miliardi di dollari (+40%), con un utile di 290 milioni (+63%). 125 milioni di abbonati in tutto il pianeta: un trimestre da incorniciare…

I risultati sopra le attese spingono il titolo di Netflix in Borsa, con un incremento del +8%: i 333,98 dollari per azione valgono il record assoluto. Grazie a questi risultati la capitalizzazione di mercato vola a 140 miliardi di dollari.

L’aumento dei prezzi e l’investimento sui nuovi contenuti da parte di Netflix

Un fattore di questo successo è sicuramente l’aumento dei prezzi di Netlix (+14%); nonostante l’utile, il cash flow (flusso di cassa) della famosa piattaforma ha un passivo di 287 milioni di dollari. I risultati sopra le attese sono accompagnati dall’aumento dei titoli tecnologici, con Amazon, Apple, Alphabet e Facebook che si riprendono dopo il ribasso delle ultime settimane.
Quest’anno Netflix investirà in contenuti  8 miliardi di dollari; tra gli ingaggi più onerosi spiccano quelli di Ryan Murphy (300 milioni di dollari) e della regina televisiva Shonda Rhimes.

Approfondimento: “Storia di Netflix: da un VHS consegnato in ritardo alla conquista del mondo

storia di netflix - dvd

Netflix e la sfida a Disney e Amazon

Per competere con Disney e Amazon, i concorrenti diretti per eccellenza, Netflix ha investito molto sulla crescita internazionale: con i 7,4 milioni abbonati internazionali, l’incremento di quest’anno supera del +50% quello dell’anno scorso. Per il trimestre attuale, l’azienda conta di ottenere più ricavi all’estero che negli Stati Uniti…

Netflix, che raggiunge più di 125 milioni di persone nel mondo in 190 nazioni, è stato utilizzato per 140 milioni di ore di contenuti al giorno!
“Siamo molto diversi dalle società che si basano sul supporto economico delle pubblicità e abbiamo sempre cercato di proteggere i nostri abbonati – dichiara il CEO Reed Hastings, che prosegue: – penso che la società sia sostanzialmente immune da tutti i problemi che stanno emergendo nel settore”.

servizi contattaci

Lascia un Commento