Parental Control: cosa cercano i Bambini su Internet? Kaspersky Lab lo svela in un report

Parental Control: cosa cercano i Bambini su Internet?

Parental Control: cosa cercano i Bambini su Internet? Lo svela la ricerca effettuata dal Kaspersky Lab. Non mancano le sorprese…

Cosa cercano i bambini su Internet? Di recente Kaspersky Lab ha analizzato i dati provenienti dai propri sistemi di sicurezza per i bambini, Parental ControlKaspersky Safe Kids. Il report, che mostra le attività online dei più piccoli, segnala le differenze in base alla cultura e alla lingua di origine e sottolinea la necessità di proteggere i minori dalla Rete.

Parental Control: ecco cosa cercano i bambini su Internet

La ricerca di Kaspersky Lab sul Parental Control si è sviluppata in 6 mesi di analisi nelle 10 lingue più diffuse. Al primo posto nelle ricerche, con il 17%, ci sono i contenuti video e audio: streaming, video blogger, serie TV e film. Al secondo posto troviamo i siti di traduzione (14%), al terzo quelli inerenti la comunicazione (10%). Fuori podio, a sorpresa, i siti dedicati ai giochi, che racimolano il 9% delle ricerche totali.

Come anticipato all’inizio dell’articolo, la ricerca è stata effettuata tenendo conto delle differenze linguistiche e culturali: musica e video, per esempio, sono ricercati principalmente in lingua inglese; i bambini spagnoli navigano maggiormente sui siti di traduzione; i russi cercano servizi di comunicazione. I bambini di lingua cinese sono ai primi posti per i servizi educativi, mentre i bambini francesi ricercano maggiormente sport e giochi. Le richieste in lingua tedesca spopolano nella categoria “shopping”, quelle che riguardano gli anime sono in giapponese, mentre la maggior parte di ricerche hot è in lingua araba.

Approfondimento: “Quello che chiediamo solo a Google e che non osiamo ammettere…”

Morten Lehn, General Manager Italia di Kaspersky Lab, afferma:

“I bambini dei diversi paesi mostrano di avere interessi e comportamenti online differenti; ciò che li accomuna è la necessità di essere protetti online da contenuti potenzialmente dannosi. I bambini che cercano contenuti animati potrebbero accidentalmente aprire un video con contenuti pornografici. Oppure potrebbero iniziare a cercare video innocenti e finire involontariamente su siti web con contenuti violenti, che potrebbero avere un impatto anche a lungo termine sulle loro menti, maggiormente impressionabili e vulnerabili”

Parental Control: cosa cercano i Bambini su Internet?

Parental Control: i siti che i bambini visitano su Internet

Lo studio dei dati sul Parental Control ha riguardato, oltre all’analisi delle ricerche, anche l’esame dei siti che i bambini hanno visitato con contenuti potenzialmente dannosi.

La categoria più popolare di siti visitati è quella inerente alla “comunicazione” (60%), intesa come social media, messaggistica, email. La percentuale risulta in calo a causa del mobile sempre più preponderante nelle nostre attività online. Segue, con il 22%, la categoria “software, audio e video”, un trend in crescita rispetto al 6% dello scorso anno. Al terzo posto c’è la categoria “alcol, tabacco e siti web sulle droghe” con il 6%.

Approfondimento: “Cosa abbiamo chiesto a Google nel 2017? Le ricerche in Italia e nel mondo”

Il Parental Control e la navigazione da Mobile dei bambini

I dati inerenti la navigazione sui siti di giochi evidenziano come il Mobile sia al primo posto, mentre da PC le ricerche per questa categoria si fermano “solo” alla quarta posizione. Morten Lehn aggiunge:

“È importante che i genitori non lascino soli i bambini quando navigano online, non importa cosa stiano facendo. C’è infatti una grande differenza tra invadenza e bisogno di controllo. Anche se è importante fidarsi dei propri figli ed educarli su come muoversi online in modo sicuro, i buoni consigli non possono proteggerli da qualcosa che potrebbe apparire inaspettatamente sullo schermo. Ecco perché le soluzioni di sicurezza avanzate sono fondamentali per garantire che i bambini abbiano esperienze online positive, piuttosto che dannose.”

servizi contattaci

Lascia un Commento