Perché Chiara Ferragni è famosa? Storia di una fashion blogger da 10 milioni di euro

Chiara Ferragni: i segreti del suo successo

Chiara Ferragni è una delle fashion blogger più note e seguite in campo internazionale, con un vastissimo seguito di followers. The Blonde Salad è oggi molto di più di un semplice blog…

Chi è Chiara Ferragni? Perché è così famosa?

Chiara Ferragni è una delle Fashion Blogger e delle Influencer più seguite al mondo, soprattutto fuori dall’Italia. The Blonde Salad oggi non è solo un semplice blog sulla moda, ma è anche un punto di riferimento nel settore fashion: un mix di stile e ispirazione, che ha portato la blogger da un lato a collaborare con le più note e prestigiose luxury & fashion brand, dall’altro ad affermarsi come opinion maker e modella sulle riviste internazionali. La fashion community l’ha definita una delle figure più influenti dell’intero panorama della moda.
Nata come fashion blogger, Chiara Ferragni è diventata dapprima influencer, poi imprenditrice di successo. È anche stilista: ha creato e firmato diverse collezioni di moda. Nel 2015 il fatturato della sua impresa è stato di 10 milioni di euro; oggi la sua azienda conta 25 dipendenti e gestisce un e-commerce tutto suo. Ah! Non dimentichiamo che Chiara Ferragni ha solo 30 anni…

Chiara Ferragni: una blogger da 10 milioni di euro

2009: la nascita del blog The Blonde Salad

L’idea di The Blonde Salad nasce durante una video-chiamata su Skype tra Chiara Ferragni e il fidanzato di allora, Riccardo Pozzoli. Lei ama farsi fotografare, lui sta per traslocare a Chicago. All’inizio Riccardo non vede di buon occhio questa idea; poi, dopo essersi trasferito negli Stati Uniti per un Master di Marketing, scopre il potenziale dei blog di moda: la incoraggia e si improvvisa fotografo. L’investimento iniziale è di 10€ per il dominio Internet e di circa 500€ per una fotocamera digitale.
Chiara Ferragni è una bella ragazza, semplice, la classica ragazza della porta accanto, l’amica che ti consiglia lo smalto da usare o l’abito da indossare per un’uscita serale. Uno stile genuino che si riflette nel suo blog: sul web racconta la sua vita fra Milano e Cremona, tra shopping e lezioni all’università. Risponde a tutti i commenti degli utenti con consigli, faccine e ringraziamenti. Giorno dopo giorno, i suoi outfit aumentano con una frequenza sempre maggiore, con foto sempre più curate e sponsor sempre più presenti.

Chiara Ferragni influencer

Sette anni dopo…

Nel 2010 Chiara Ferragni, che in quell’anno frequenta l’università Bocconi di Milano, è indicata dalla rivista americana New York come One of the biggest breakout street-style stars of the year: tutti i riflettori sono puntati su di lei e le danno uno slancio enorme. Nel 2011 Vogue la incorona Blogger of the Moment, con oltre 1 milioni di visite sul blog e 12 milioni di impression mensili. Da quel momento l’ascesa è inarrestabile: nel 2013 il blog raggiunge 1,6 milioni di followers su Instagram, e diventa anche un eBook. Nel 2014 Chiara viene premiata per il terzo anno consecutivo con il Bloglovin’ Award dalla piattaforma americana di aggregazione dei feeds in ambito lifestyle.
Oggi The Blonde Salad non è solo un blog, ma è anche un progetto editoriale e un e-commerce, con una redazione che lavora sotto la guida di Chiara Ferragni. Pozzoli è rimasto nel progetto come partner lavorativo.

Chiara Ferragni premiata con il Bloglovin Awards

Chiara Ferragni e la nascita di Leone Lucia Ferragni: quando i neonati sbarcano su Instagram

Il 19 Marzo nasce a Los Angeles il figlio di Chiara Ferragni e Fedez, Leone Lucia Ferragni. E la popolarità sui social network dei due Vip ha subito una nuova impennata. Poco dopo esplode su Instagram una vera e propria polemica, legata alla comparsa di numerosi profili dedicati al piccolo Leone; di questi molti sono semplici fanpage, ma non mancano quelli che si definiscono profili ufficiali. A destare sospetti è soprattutto il profilo officialleoneluciaferragni, che in poche ore supera i 2 mila follower e che si descrive come Baby #RAVIOLINO.
Mossa pubblicitaria e di marketing della coppia Ferragni – Fedez o profilo fake? La risposta alla domanda arriva il 22 marzo, giorno in cui Chiara Ferragni dichiara sul suo profilo Instagram di non aver mai aperto profili dedicati al figlio Leone.

Profilo social Leone Lucia Ferragni

Harvard, il Financial Times, Forbes e Barbie

Oggi Chiara Ferragni ha un seguito impressionante come influencer: più di 7 milioni di seguaci su Instagram, 1 milione di like su Facebook, 300 mila followers su Twitter. Non è solo una blogger di successo, ma è anche una macchina imprenditoriale sorprendente: case study ad Harvard, è stata inserita dal Financial Times tra i protagonisti femminili del lusso digitale; è anche presente nella classifica «30 under 30» di Forbes. Ultima curiosità: la Mattel, casa produttrice di giocattoli, ha dedicato alla blogger una Barbie con le sue sembianze…

La Barbie come Chiara Ferragni

servizi contattaci

3 Comments

  1. 16 giugno, 2017

    Il caso di Chiara Ferragni e la fine dell'Influencer Marketing? Rispondi Upvote (1)

    […] Chiara Ferragni, nota Influencer e Fashion Blogger (leggi l’approfondimento sulla sua storia qui), ha ammesso di essere un mezzo pubblicitario per alcuni Brand. I suoi scatti non sono solo sulla […]

  2. 29 giugno, 2017

    Audisocial, la classifica 2017 degli Influencer: Mariano Di Vaio, Chiara Ferragni e Gianluca Vacchi sono i più influenti della rete Rispondi Upvote (0)

    […] tempi, preferiscono investire nell’Influencer Marketing. Entrano quindi in scena personaggi come Chiara Ferragni, individui che hanno fama e “credibilità” sul web. I vari brand sfruttano la loro notorietà […]

  3. 29 giugno, 2017

    Audisocial, la classifica 2016 degli Influencer: Mariano Di Vaio, Chiara Ferragni e Gianluca Vacchi sono i più influenti della rete Rispondi Upvote (1)

    […] tempi, preferiscono investire nell’Influencer Marketing. Entrano quindi in scena personaggi come Chiara Ferragni, individui che hanno fama e “credibilità” sul web. I vari brand sfruttano la loro notorietà […]

Leave a Reply