Quali sono i migliori CMS del 2018?

Quali sono i migliori CMS del 2018?

WordPress, Joomla, Drupal, Magento, Prestashop… Quali sono i migliori CMS del 2018? In cosa si differenziano? Quale scegliere per il proprio progetto? Pregi, difetti e consigli per scegliere un CMS senza sbagliare.

Un CMS (Content Management System – Gestori di Contenuti) è un software, da installare tramite webserver, che permette di creare e di gestire un sito in modalità guidata e semplificata: si è esonerati dalla scrittura del codice (HTML/CSS o PHP) ed è sufficiente seguire le opzioni dell’interfaccia del programma.

Rispetto al passato, al giorno d’oggi è molto facile creare siti basici, e senza troppa personalizzazione rispetto al template (modello grafico) di partenza, in poco tempo. Resta il fatto che per distinguersi e per personalizzare il sito, le conoscenze e le competenze di un professionista rimangono indispensabili: la battaglia tra amatore e professionista si svolge proprio su questo terreno! I CMS non hanno ucciso la professione del web designer, anzi! Il suo ruolo e le sue conoscenze per creare un prodotto unico e in grado di differenziarsi restano fondamentali.

I CMS sono sviluppati per diversi scopi: creare siti, blog, forum, e-commerce, applicazioni, giochi, presentazioni… La difficoltà consiste, semmai, nell’identificazione del Content Management System più adatto al proprio obiettivo. Se non sai quale CMS scegliere per il tuo sito, non preoccuparti: in questo articolo elencheremo i migliori Content Management System e ti aiuteremo a scegliere il sistema più adatto al tuo progetto di digital marketing.

I 6 vantaggi del CMS

Un Content Management System ha almeno 6 punti di forza, i seguenti:
1 Semplicità: facile da gestire, il CMS non richiede competenze web specifiche e aggiornamenti continui;
2 Template: i tantissimi temi disponibili – ce ne sono sia gratuiti sia a pagamento – consentono di costruire siti già responsive, nati e pensati per adattarsi a tutti dispositivi (smartphone, tablet, smart TV…);
3 Gestione del DB: il database, questo sconosciuto, viene gestito dal CMS in maniera indipendente;
4 Plugin (o moduli): tante nuove funzioni pronte da scaricare possono essere installate anche senza una conoscenza approfondita della programmazione;
5 Facilità di gestione tra più individui: il back-end integrato semplifica la collaborazione tra le diverse figure del team (creativi, programmatori, copywriter, SEO, content editor);
6 Indicizzazione: in genere i CMS sono SEO friendly e mettono a disposizione dell’utente numerosi strumenti utili per ottimizzare i contenuti sui motori di ricerca e per farsi trovare dai potenziali clienti.

Quali sono i migliori CMS del 2018?

WordPress

WordPress è il migliore e il più semplice gestore di contenuti: con questo CMS sono costruiti il 40% dei blog e il 10% dei siti mondiali. Non per niente è il Content Management System più utilizzato a livello mondiale!

Consigliato soprattutto per i principianti, Wordpress si basa sul linguaggio PHP. Ha il vantaggio di avere alle spalle una community enorme: in caso di intoppi, basta digitare il proprio problema su Google per trovare migliaia di soluzioni in qualsiasi lingua. Il vantaggio del largo utilizzo si fa sentire anche per quanto riguarda i plugin: in rete sono disponibili tantissimi moduli, sia gratis sia a pagamento, pronti per essere integrati con il sito. L’installazione è semplice e rapida: bastano 5 minuti per avere lo scheletro del proprio sito online. L’aggiornamento dei temi e dei plugin è automatico, l’editor grafico è semplicissimo e user friendly.

Il difetto più grande di WordPress sta proprio nel largo utilizzo: se da un lato quest’ultimo è un punto di forza, dall’altro fa sì che il codice sorgente sia molto conosciuto e che bucare il sito non sia per nulla difficile. Se per il tuo progetto hai scelto un CMS WordPress, non preoccuparti! Per tenerlo al sicuro è sufficiente aggiornare spesso il sistema e installare i plugin per la sicurezza. Un altro difetto di WordPress è la velocità di apertura: se si inseriscono troppi plugin, il sistema si carica più lentamente e anche il sito risulterà meno reattivo.

Wordpress: il CMS più utilizzato e più diffuso

Joomla

Joomla nasce per gli sviluppatori esperti, che sono in grado di incorporare un codice personalizzato. È ottimo per le aziende che vogliono trasformare il proprio sito basico in qualcosa di più funzionale. Scegli Joomla solo se devi sviluppare un progetto un po’ più complesso, che vada oltre al semplice blog o sito aziendale.

Il back-end richiede un po’ di pratica, non è molto user friendly, ma nel complesso risulta abbastanza intuitivo. Ha il supporto per i protocolli di controllo degli accessi come LDAP, OpenID e Gmail.

Con oltre 3000 plugin e una bella community online, Joomla offre soluzioni per ogni esigenza.

Joomla: uno dei CMS più utilizzati e potenti

Drupal

Come Joomla, anche Drupal è un CMS adatto ai siti internet più complessi e non è semplicissimo da gestire. Il sistema viene fornito insieme con numerosi moduli opzionali, perfetti per aggiungere al sito web nuove funzioni e personalizzazioni.

È stato una delle prime soluzioni nate per la gestione dei contenuti, e oggi possiede alcuni dei migliori plugin disponibili sul web. Include strumenti per la gestione del blog, per l’invio delle email e per l’indicizzazione.

Drupal: uno dei migliori CMS

Magento

Insieme con Prestashop, è il migliore CMS per la creazione di e-commerce. Molte delle funzioni complesse sono preinstallate, ed è altamente personalizzabili. La dashboard ha un aspetto familiare ai principali software CMS e la navigazione è semplice; ad essere complessa è la personalizzazione grafica.

Magento offre garanzie di sicurezza e di privacy proprietarie in linea con le leggi vigenti e rispetta tutti i requisiti dei circuiti di pagamento in uso. Diverse sono le funzioni per la creazione di cataloghi, per la gestione dei prezzi, dei carrelli e della fatturazione.

Magento - CMS 2018: guida alla scelta

Prestashop

Potente e popolare, Prestashop è forse il CMS per e-commerce più diffuso e famoso. Le pagine non si compongono come su WordPress, ma attraverso dei moduli: a te non resta che scegliere quelli che ti servono e disporli nella pagina come preferisci. Prestashop è meno potente di Magento, ma è più semplice: ecco perché molti negozi online lo scelgono!

Prestashop: il migliore CMS per l'e-commerce

Silverstripe

Silverstripe è un CMS open source che permette di creare siti e applicazioni. È orientato a portali aziendali che utilizzano PHP5 e MySQL.
L’interfaccia dell’admin assomiglia a un browser e usa Prototype, Scriptaculous e l’editor TinyMCE. Il sistema è semplice, rapido e intuitivo; i moduli dei suoi template permettono una personalizzazione grafica molto libera.

Silverstripe: i migliori CMS del 2018

Stai pensando di realizzare un sito con un CMS WordPress o Prestashop e vorresti essere aiutato da un team di professionisti del settore? Contattaci!

servizi contattaci

2 Comments

  1. 09 Maggio, 2018

    Consigli di SEO per E-commerce: il SEO On-Page Rispondi Upvote (0)

    […] questo caso, l’unica soluzione percorribile è quella di utilizzare un file Excel. Se utilizzi un CMS per E-commerce, come Prestashop, puoi scaricare o caricare file in formato CSV direttamente dal back-end. […]

  2. 15 Maggio, 2018

    I migliori plugin di WordPress: come ottimizzare e migliorare il tuo sito - Blog Italia Mobile Rispondi Upvote (0)

    […] con questo CMS sono costruiti il 40% dei blog e il 10% dei siti mondiali. Non per niente è il Content Management System più utilizzato a livello […]

Lascia un Commento