Spotify supera i 50 milioni di utenti abbonati e supera Apple Music

Spotify supera i 50 milioni di iscritti Premium

Spotify, la celebre piattaforma di streaming musicale, ha annunciato la crescita degli utenti abbonati del 25% in sei mesi, arrivando a 50 milioni e superando Apple Music.

Spotify è una piattaforma musicale che offre lo streaming on demand di brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti, incluse Sony, EMI, Warner Music Group e Universal.
È stato lanciato nell’ottobre 2008 dalla startup svedese Spotify AB. Da aprile 2013, il servizio è disponibile in Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Islanda, Isole Fær Øer, Italia, Lettonia, Lituania, Malesia, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti.

Cos’è e come funziona Spotify

Spotify prevede due tipologie di utenze. La prima è Free, ovviamente gratuita, con la quale l’utente può ascoltare una quantità illimitata di musica, ma sovrapposta a pubblicità. La seconda è Premium, avanzata con abbonamento a pagamento che consente di ascoltare musica senza interruzioni pubblicitarie ed accedere ad ulteriori funzioni come lo streaming con maggiore bitrate (fino a 320 kb/s), l’accesso offline alla musica e le applicazioni mobili.

Daniel Ek, CEO Spotify

Daniel Ek – fondatore e CEO di Spotify

Il futuro di Spotify: debutto in borsa e nuovi posti di lavoro

Spotify ad oggi non ha ancora registrato profitti economici dalla sua attività principale; la strategia dall’azienda svedese punta a reinvestire le risorse per crescere internazionalmente. Secondo TechCruch, nel 2018, l’azienda svedese potrebbe fare il proprio debutto in Borsa a Wall Street. Nello stesso periodo si prevede anche un’espansione negli uffici a New York, presso il World Trade Center con 1.000 nuovi posti di lavoro.

Con questi numeri, ovvero 50 milioni di utenti Premium, Spotify si colloca in una posizione di primo piano nel mercato dello streaming musicale, che consente all’azienda guidata dal CEO e fondatore Daniel Ek di distanziare ulteriormente importanti competitor. Per avere un riferimento, Apple Music, analogo servizio della casa della mela morsicata, ha attualmente una base di oltre 20 milioni di abbonati.

Spotify supera Apple Music

Lo Streaming digitale supera il supporto fisico

L’ultimo rapporto Ifpi rivela  il sorpasso del digitale sui supporti fisici a livello mondiale. Lo studio individuava una crescita del 10,2% dei ricavi digitali (6,7 miliardi di dollari), con un aumento dello streaming del 45,2%, più che compensativo del declino registrato invece dal download e dal fisico.
I ricavi totali del settore nell’anno in questione sono aumentati del 3,2% fino a raggiungere 15 miliardi di dollari, registrando un trend positivo di crescita per la prima volta in quasi venti anni.

Lo stesso Spotify, sul proprio sito, afferma:

Gli ascoltatori digitali dedicano sempre più tempo al consumo di contenuti audio. Per l’ascolto usano sempre più dispositivi, al lavoro e per il tempo libero. E più ascoltano, maggiori saranno le opportunità per i brand di entrare in contatto con loro.
Secondo uno studio recente condotto negli Stati Uniti da Edison Research and Triton Digital il tempo che ogni settimana un ascoltatore dedica in media a contenuti audio digitali è più che raddoppiato rispetto al 2009.

Gran parte di questa crescita è dovuta a piattaforme in streaming supportate dalla pubblicità e gli ascoltatori apprezzano i brand che offrono sessioni audio digitali gratuite. Il 75% degli ascoltatori audio digitali afferma che gli annunci commerciali sono il giusto prezzo per avere contenuti audio gratuiti.

Inoltre, gli ascoltatori preferiscono l’ambiente digitale. Il 69% degli ascoltatori di radio AM/FM tradizionali e di contenuti audio digitali riconosce che la radio tradizionale ha più pubblicità (rispetto al 17% dell’audio digitale), mentre il 47% trova la pubblicità online meno invasiva di quella della radio tradizionale (rispetto a solo il 30% della radio tradizionale).

Secondo le stime, ogni settimana negli Stati Uniti, 94 milioni di utenti ascoltano contenuti audio, trasformando così Spotify nella piattaforma di messaggi ideale per ogni brand.
[fonte Spotify Insights Audio Ads]