WhatsApp cambia lo Status, arrivano le Storie: ecco cosa sono e come crearle

WhatsApp introduce le Storie

WhatsApp cambia lo Status ed arrivano le Storie. Ma cosa sono? E come posso crearle?

Facciamo un passo indietro. Era il 24 Febbraio del 2009 quando WhatsApp debuttò sull’App Store. Inizialmente non era pensata come una chat di Instant Messaging: l’idea originale, su cui si basava il progetto, era infatti di creare un’applicazione che permettesse di far sapere ai propri contatti quello che si stava facendo tramite un aggiornamento di stato. Ed è proprio questa la novità introdotta con l’ultima versione della popolare App, un vero e proprio ritorno alle origini con le Storie.

com'era WhatsApp 8 anni fa

Così si presentavano gli Stati di WhatsApp otto anni fa

Cosa sono le Storie e come funzionano?

Le Storie sono state create da Snapchat e riprese subito da Instagram. Nei giorni scorsi abbiamo visto fare la loro comparsa anche nell’ultimo aggiornamento di Facebook.
Oggi le Storie, o per meglio dire, gli Stati, sbarcano anche su WhatsApp. La nuova funzione permette l’invio e la ricezione di aggiornamenti di stato, comprensivi di contenuti media, con le persone che si conoscono. È  possibile condividere con tutti i contatti foto, video e GIF animati che possono essere personalizzati con emoticon, testo e disegni. E così ora lo Status di WhatsApp assomiglia molto alle Storie degli altri social network.

cosa sono le storie e come funzionano?

Come si creano le Storie?

Per poterne utilizzare questa nuova funzione come prima cosa bisogna aggiornare all’ultima versione WhatsApp. Il secondo passo è quello di creare un nuovo Stato ispirato alle storie dei noti social.
Per iniziare è necessario cliccare sulla scheda Stato di WhatsApp e successivamente sul simbolo (+): sarà possibile scattare una foto o un video in tempo reale o importarne uno già esistente personalizzando il tutto con varie icone animate o didascalie. Una volta terminata la creazione dello Stato basterà cliccare sull’icona in basso a destra per avere la propria storia online.

Una volta pubblicato come faccio a sapere quanti avranno visualizzato la mia Storia? Semplice. Basta cliccare nella pagina Stato di WhatsApp, selezionare Il mio Stato e accedere alla pagina delle visualizzazioni, dalla quale è possibile anche aggiungere o eliminare una foto, video e gif dalla propria storia.

Un aspetto molto interessante riguarda la condivisione dello Stato, con la possibilità di escludere dei contatti. Di default gli Stati di WhatsApp vengono visualizzati da tutti i contatti, ma è possibile modificare questa impostazione dalla scheda Stato di WhatsApp, attraverso il pulsante (…), selezionando la voce Privacy dello Stato (o Privacy in caso di iPhone). A questo punto il proprio Stato potrà essere condiviso con: i miei contatti, ossia tutti i contatti; i miei contatti eccetto… ossia tutti i contatti della rubrica tranne alcune persone oppure Condividi con per consentire la visualizzazione degli Stati solo a determinati contatti che verranno scelti manualmente.

Mark Zuckerberg punta molto sulle Storie, non essendo riuscito a comprare Snapchat sta creando una sorta di programma parallelo, inserendole in tutti i social proprietari: Facebook, Instagram e ora WhatsApp.
Funzioneranno? Vedremo….

servizi contattaci