L’Assistente vocale nel Marketing: come prepararsi alla ricerca vocale

L’assistente vocale nel marketing: come prepararsi alla ricerca vocale

L’assistente vocale sta rivoluzionando il Marketing e l’interazione tra utenti, dispositivi e brand. Google Home, Amazon Echo, Siri di Apple, Cortana di Microsoft… tutte le tecnologie per la ricerca vocale.

Google Home, Amazon Echo, Siri di Apple, Cortana di Microsoft… quello dell’assistente vocale è un terreno su cui i colossi del settore si contendono gli utenti digitali negli ultimi tempi. Il nuovo universo degli assistenti, mediante interfacce conversazioni e touchless, cambierà il modo di interagire con gli utenti da parte sia del brand sia dei dispositivi. I dati evidenziano come su un totale di 10 ricerche effettuate su Google in versione mobile, ben 2 siano vocali: le stime indicano che entro il 2020 il 50% delle ricerche saranno effettuate tramite voce!

L’interazione con l’assistente vocale, virtuale o con i bot, saranno sempre più frequenti, grazie anche all’intelligenza artificiale e all’ottimizzazione delle interfacce conversazioni. Cosa ci riserva il futuro? Come si integra l’assistente vocale nel marketing?

L’assistente vocale nel marketing, nuovi scenari e nuove opportunità

Nelle ricerche online siamo abituati ad andare su Google, a cercare quello che ci interessa e a cliccare successivamente sui risultati per noi più pertinenti. Le recenti tecnologie voice to text trasformano l’esperienza grafica (o tattile se parliamo di mobile) in vocale, quindi più diretta e soprattutto umana, portando anche a nuovi ambiti di ricerca prima impossibili, come durante la guida, mentre si fa la doccia… Una conversazione più umana significa dare voce ai propri desideri per ordinare ad esempio cibo d’asporto, per ascoltare una canzone o per cercare una informazione.

Se sei interessato leggi anche: “Tool e strumenti online per fare Marketing con l’Intelligenza Artificiale”

La nuova tecnologia dell’assistente vocale porterà ad una rivoluzione nel marketing, aprendo nuovi scenari e offrendo nuove opportunità. I brand, tramite gli assistenti vocali potranno suggerire, rispondere e instaurare un rapporto più diretto e reale con il proprio target.

Curiosità: “Google prevede la tua morte grazie all’intelligenza artificiale”

L’assistente vocale nel marketing: come prepararsi alla ricerca vocale

Il futuro del Marketing è la semplicità

Secondo una ricerca di Harvard Business la quantità di risposte da parte dell’assistente vocale è eccessiva alta; i brand devono semplificare il processo di descrizione dei plus e delle offerte.

Se sei interessato leggi anche “Oct8ne, la chat avanzata per aumentare le conversioni del tuo eCommerce”

Le interfacce touchless e conversazionali richiedono di ripensare le strategie SEO per fornire risposte rapide, semplici ed efficaci.
È necessario concentrare l’attenzione alla user experience per fidelizzare i clienti che diventeranno sostenitori e testimonial di un marchio.
Parola d’ordine? Voice first.

servizi contattaci

Lascia un Commento