Idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori grazie al marketing

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori

Il Furby, la molla Slinky, il pesce parlante, The Million Dollar Homepage, la Koosh Ball… Idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori grazie al marketing.

Il primo passo per diventare ricchi consiste nell’avere un’idea geniale. Di solito si celebrano i grandi visionari come Steve Jobs, Elon Musk, persone che hanno rivoluzionato il nostro modo di vivere e che sono diventate in seguito milionarie.

Ma per diventare ricchi non sempre l’idea deve essere rivoluzionaria, a volte basta una semplice idea banale, “spinta” con le giuste strategie di marketing. Business Insider ha stilato una rassegna di prodotti inutili che hanno fatto diventare ricchi i loro inventori: ecco le “migliori” idee banali!

Idee banali che hanno fatto diventare ricchi i propri inventori

I pupazzetti Beanie Babies

Tra le idee più banali che hanno fatto diventare ricchi i propri inventori, ci sono i Beanie Babies, degli animaletti creati dall’americano Ty Warner nel 1993.

Grazie ad una campagna di marketing perfetta, i pupazzi divennero un vero cult degli anni ’90: venduti al prezzo di 5 dollari l’uno hanno fruttato guadagni per ben 6 miliardi di dollari.

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: beanie babies

Slinky la molla

Richard James, ingegnere navale, nel 1945 cercava un sistema per stabilizzare gli strumenti sulle navi. Durante alcuni tentativi eseguiti con delle molle, una di queste cadde a terra ed iniziò a saltellare. L’ingegnere ebbe subito l’intuizione di crearne un giocattolo: la molla Slinky divenne in breve tempo un successo planetario e un’icona.

L’invenzione è stata inserita nella Toy Hall of Fame e, con 350 milioni di esemplari venduti, hanno generato un profitto di 3 miliardi di dollari…

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: Slinky la molla

Koosh Ball, la palla di gomma colorata

Tra le idee che hanno fatto diventare ricchi gli inventori, c’è la Koosh Ball, una palla gommosa con fibre colorate facilmente afferrabile dai bambini.

Creata da Scott Stillinger negli anni ’80, e venduta per 5 dollari al pezzo, è diventata un successo incredibile degli anni ’80 / ’90. Nel 1997 la Hasbro ha acquistato i diritti della Koosh Ball per 100 milioni di dollari!

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: Koosh Ball

Il Furby

Verso la fine degli anni ’90 la Tiger Electronics creò Furby, un mostriciattolo robotico e interattivo. Era dotato di 6 sensori che permettevano diversi movimenti e necessitava di cure.

Furby è l’electronic pet più venduto al mondo dopo il Tamagotchi, e ha portato all’azienda guadagni di 500 milioni di dollari annui nel periodo di punta.

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: Furby

The Million Dollar Homepage

Nel 2005, lo studente inglese Alex Tew lancia The Million Dollar Homepage, un sito che si presenta come una bacheca composta da 1 milione di pixel, acquistabili da chiunque al prezzo di 1 dollaro l’uno.

Quando un utente acquista un pixel questo diventa un link al sito dell’inserzionista: un grande successo che ha portato ad Alex il sospirato milione.

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: the million dollar homepage

Snuggie, la coperta con le maniche

Avete presente la famosa coperta in pile con le maniche? Bene, pensate che al suo inventore Scott Boilen frutta addirittura 500 milioni di dollari.

La coperta lascia libere le mani, così da poter far altro mentre ci si adagia sul divano. Questo è il segreto che ha fatto diventare ricchi Boilen e la sua famiglia…

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: snuggie

Pet Rock, il sasso domestico

Tra le idee più inutili che hanno fatto diventare ricchi gli inventori, un posto d’onore lo merita sicuramente Pet Rock, il sasso domestico. Precursore del Tamagotchi, fu ideato dal pubblicitario Gary Dahl nel 1975 e conteneva anche un libretto di istruzioni per prendersi cura del sasso. Il prezzo era di 3,95 dollari e fu un successo strepitoso.

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: Pet Rock

Big Mouth Billy Bass, il pesce parlante

Big Mouth Billy Bass è un pesce parlante che canta, muove la coda e apre la bocca se si battono le mani o se ci si avvicina. Nato nei primi anni del 2000, ideato da Joe Pellettieri e lanciato dalla Gemmy Industries, ha fatto diventare ricchi inventore e produttore, portando un ricavo di oltre 100 milioni di dollari.

Big Mouth Billy Bass è tornato recentemente sul mercato con un restyling digitale, diventando compatibile con lo smart speaker Amazon Alexa.

Approfondimento: “L’Assistente Vocale nel Marketing: come prepararsi alla ricerca vocale”

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: big mouth billy bass

Wacky Wall Walker, il polpo appiccicoso

Per diventare ricchi non sempre serve un’idea nuova. Nel 1985, durante un viaggio in Cina, la mamma di Ken Hakuta spedì al figlio un polpo di gomma appiccicoso che riusciva a scendere lungo i muri.

L’imprenditore fiutò subito l’affare e acquistò i diritti per 100 mila dollari per distribuire Wacky Wall Walker sul mercato americano. 240 milioni di esemplari venduti in pochi mesi e un guadagno di 80 milioni di dollari!

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: wacky wall walker

Chia Pet, le figurine di terracotta

I Chia Pet sono delle figurine in terracotta dalle sembianze animali con dei semi di Chia all’interno che germogliano. Ideato da Joe Pedott, e prodotto dalla Joseph Enterprises, è un successo che dura ancora oggi: al prezzo di 16 dollari l’uno, vende ancora circa 500 mila pezzi all’anno.

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: Chia Pet

Lo Smile, come non diventare ricchi.

Nel 1963, la compagnia assicuratrice State Mutual Life Assurance Company, commissionò all’artista statunitense Harvey Ball delle faccine sorridenti per accrescere il morale dei dipendenti.

Ball creò lo Smile, ricavò ben 45 dollari per il lavoro, non registrò mai la sua creazione e non sfruttò i diritti commerciali del simbolo che da lì a poco sarebbe diventato un’icona internazionale.

Se sei interessato leggi anche: “Le invenzioni del Marketing che hanno cambiato la nostra vita”

idee banali che hanno fatto diventare ricchi gli inventori: Smile

servizi contattaci

Lascia un Commento