Perché Burger King trolla il Big Mac di McDonald’s?

Perché Burger King trolla il Big Mac di McDonald’s?

La divertente campagna pubblicitaria di Burger King contro il Big Mac di McDonald’s, in realtà nasconde una complessa vicenda legale con una sentenza storica.

McDonald’s vs Burger King, siamo alle solite. Da sempre i due grandi brand del fast food si contendono una fetta di mercato affine con campagne pubblicitarie al vetriolo, in cui i troll tra le due catene non mancano.

Non serve certo Albert Einstein per capire che, nell’ultima trovata di marketing del Burger King, il Big Mac inserito nel menu è palesemente una presa in giro. Perché questa trovata pubblicitaria? Il Big Mac non è un marchio registrato del McDonald’s? Andiamo con ordine…

Il troll di Burger King sul Big Mac di McDonald’s

L’episodio è avvenuto in Svezia, dove Burger King ha rinnovato il menu trollando i rivali del McDonald’s, rinominando i propri panini con continui riferimenti al famosissimo Big Mac. Nello spot realizzato per la campagna, si vedono i clienti del Burger scegliere il proprio panino dalla sezione “Not Big Mac’s”, ordinando con imbarazzo prodotti come “Burger Big Mac Wished It Was” (“Un Big Mac come lo avresti sempre voluto”) o un “Big Mac-ish But Flame-Grilled of Course” (“Un panino come il Big Mac ma cucinato davvero alla griglia”).

Il finto menu contro il McDonald’s è in realtà un elenco di caratteristiche che da sempre distinguono i panini del Burger King rispetto al competitor principale.
Ma il Big Mac non era un marchio registrato di McDonald’s? Sì, appunto lo ERA, al passato… E adesso ti spiego il perché.

Perché Big Mac non è più un marchio registrato di McDonald’s?

McDonald’s ovviamente non lascerebbe mai usare il nome del suo panino più famoso ai rivali del Burger King; proprio a inizio del 2019 la catena ha però perso l’esclusiva del nome e dei diritti intellettuali del Big Mac.

Da molto tempo il fast food di Chicago è accusata di abuso di posizione dominante; nel 2015 è nata una controversia legale con la catena irlandese Supermac’s, non tanto perché nel menu era presente un panino simile al Big Mac, ma principalmente perché il nome richiamava elementi distintivi di McDonald’s. 

Supermac's vs McDonald's - Perché Burger King trolla il Big Mac di McDonald’s?

La difesa del Supermac’s affermò che il nome non era nient’altro che un soprannome del fondatore del fast food quando giocava a football, e ne seguì la richiesta all’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale-EUIPO per far decadere i marchi registrati Big Mac e Mc.

L’Ufficio Europeo diede ragione al fast food irlandese perché McDonald’s non riuscì a dimostrare l’uso dei nomi in modo continuativo e prolungato per cinque anni, nonostante la presenza su menu, campagne, siti… Risulta difficile stimare il vero livello di esposizione del pubblico al brand e quindi la sua diffusione. La causa è ancora in corso, e si attende l’appello del Mc o, come l’ha definito il Telegraph, del «McBully».

Se sei interessato leggi anche: “Brand Naming: i prodotti dai nomi più sbagliati di sempre”

Big Boy, il panino a cui McDonald’s si “ispirò” per il nome

Chi la fa l’aspetti… e ora tocca al gigante McDonald’s. Pochi infatti sanno che il nome Big Mac, verso la metà degli anni ’60, è stato scelto per richiamare il sandwich Big Boy, panino di punta di una catena molto famosa in Pennsylvania, nonché luogo di nascita del fast food di Chicago.

Big Boy, il panino che ispirò il nome Big Mac di McDonald's

Approfondimento: “Come creare lo Slogan perfetto: i migliori copy e payoff dei grandi brand”

servizi contattaci

Lascia un Commento